EMME.jpg

Amir - Accoglienza, musei, inclusione e relazione è un progetto avviato nel settembre del 2018

(il nome in arabo significa ‘principe’) e tuttora in corso, a cura di una rete di musei del territorio finalizzato a proporre attività di mediazione culturale condotte da cittadini stranieri.

Attualmente coinvolge trenta mediatori e dieci musei, collezioni, chiese e borghi a Firenze e Fiesole (Museo e Area archeologica di Fiesole, Museo Bandini, Museo Primo Conti, Museo di Palazzo Vecchio, Museo Novecento, Museo degli Innocenti, Chiesa di Santa Maria a Peretola, Borgo di Quaracchi, Villa medicea La Petraiaed è promosso dal Comune di Fiesole, Comune di Firenze - Mus.e, Istituto degli Innocenti, Fondazione Primo Conti e Stazione Utopia, in collaborazione con la Direzione regionale Musei della Toscana e con il sostegno della Fondazione CR Firenze, che offre visite in arabo condotte da mediatrici AMIR alla Collezione d'Arte.

DSCF8325.JPG

I nostri progetti

AMIR4ALL 

 

Vivi o studi alle Piagge? Amir propone un ciclo di visite e laboratori speciali e gratuiti rivolti a scuole, centri estivi, famiglie, doposcuola. L’occasione per conoscere i musei, le collezioni e complessi monumentali Firenze e Fiesole insieme ai mediatori di Amir.

AMIR4ALL è realizzato grazie al contributo di Fondazione CR Firenze nell’ambito di “PARTECIPAZIONE CULTURALE”, il Bando tematico che la Fondazione dedica al sostegno di programmazioni culturali finalizzate a potenziare la partecipazione attiva della comunità locale e l’inclusione sociale delle periferie.

progetto realizzato con il contributo di 

logo%20partecipazione%20Culturale_edited
amir-4all.png

Multaka International Network

 

The Multaka International Network is a network of five different project and is operating in Germany, England, Italy and Switzerland. The network was created in the June 2019, as all members met in Berlin, Germany.

The network’s members are Multaka Berlin, Multaka Oxford, Fondazione Museo delle Antichità Egizie in Torino, AMIR Project in Florence, Multaka Bern and the Initiative: Lucky who speaks Arabic in Turin.

These projects are active in 15 Museums around Europe.

AMIR | Inform Perform transform

XVIII Settimana d'azione contro il razzismo 

2022

 

In occasione della manifestazione, tra il 16 e il 21 marzo Amir propone un ricco e articolato programma, quest’anno alla sua seconda edizione, dal titolo Inform Perform Trasform, Ri-visitare il patrimonio culturale, che si propone di esplorare le dinamiche che la presenza di soggetti e narrative finora esclusi attivano nelle politiche museali di valorizzazione e trasmissione del sapere. Agendo come una sorta di lievito, la presenza di persone tradizionalmente escluse dal processo culturale, attiva infatti una trasformazione radicale nelle pratiche dei musei, che da istituzioni preposte alla conservazione e promozione del patrimonio artistico, diventano sempre più luoghi capaci di accogliere e produrre i cambiamenti sociali.​

footer-2.jpg
solo logo.png
settimana contro il razzismo.png

In occasione della Settimana di azione contro il razzismo, promossa dall’UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, Amir | Questioni di prospettive propone uno speciale calendario di attività online, e dove possibile in presenza, rivolte ad alunni delle scuole e dei doposcuola, adulti e professionisti museali, per guardare al patrimonio culturale come al risultato della mescolanza e dell’incontro secolare di persone, valori e simboli, occasione di dialogo e educazione all'antirazzismo e al confronto interculturale.

MINI SERIE VIDEO

Tra il XVI e il XVIII secolo, le scoperte geografiche spalancarono per principi e signori un orizzonte sconosciuto di terre, persone, culture, oggetti d’arte, specie botaniche, provenienti da mondi lontani ed esotici. Dal ritratto di uno schiavo albino che dall’Angola attraverso il Portogallo è entrato a far parte della corte medicea, alle piante di agrumi, dal profumatissimo Gelsomino di Goa dono del re del Portogallo a Cosimo III de’ Medici, fino agli acquerelli cinesi realizzati appositamente per il mercato europeo e commissionati dai Lorena.

Una serie di video ricostruiscono attraverso oggetti e piante conservate nelle Ville e Giardini di Petraia e Castello la storia talvolta pacifica e talvolta violenta dei rapporti fra Firenze e il mondo.

Copia di storie di altri mondi sigla-2.p

In collaborazione con

Istituto degli Innocenti

Direzione regionale Musei della Toscana

Villa Medicea La Petraia

Con il sostegno 

Fondazione CR Firenze

UNAR

Schermata 2020-05-11 alle 15.45.28.png
 a cura dei mediatori amir, una selezione di video e risorse digitali

Video

AmirEdu

 UN CICLO DI INCONTRI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I MEDIATORI AMIR

In un momento difficile come quello che stiamo vivendo oggi, dove anche i musei sono chiusi, cerchiamo di portare avanti il nostro lavoro con uno sguardo positivo verso il futuro. Studio, analisi e narrazione del patrimonio culturale divengono così oggetto principale della nostra attenzione per arricchire al meglio il tempo a casa e non perdere l'entusiasmo di stare insieme. Amir, che trova le sue radici nell'incontro e nello stare insieme, è felice di sperimentare nuove modalità di incontro, per tornare più consapevoli e preparati di prima!

nell'ambito del progetto amir accoglienz
DSCF3541.JPG
WhatsApp Image 2020-07-07 at 13.40.38.jp

CICLO DI LABORATORI INTERCULTURALI CONDOTTI DAI MEDIATORI DEL PROGETTO AMIR

 

Per l’estate 2020, il progetto AMIR | accoglienza musei inclusione e relazione propone un ciclo di laboratori rivolti a scuole, centri estivi, famiglie e doposcuola. Dai motivi decorativi dei tessuti africani all’arte calligrafica del mondo arabo, dai ritmi dell’Africa agli uccelli del mondo: un’occasione per guardare all’arte da “altre” prospettive.

un progetto a cura di

Cosorzio Martin Luther King

Società Italiana di Antropologia applicata

Associazione Ieri Oggi e Domani

Stazione Utopia

1.png

AMIR COME SEMI IN VIAGGIO

2021

 

Dall’epoca delle grandi esplorazioni geografiche oggetti e piante, raccolti in estremo oriente, in Africa, in Sud America hanno cominciato a popolare le ville, le serre, gli orti e infine le cucine delle principali corti europee, fra cui anche la quella dei Medici a Firenze. Generazione dopo generazione, un patrimonio culturale e botanico proveniente da altri paesi, si è radicato in Europa e a Firenze, e mescolandosi con le varietà locali ha dato vita a nuove varietà, arricchendo le collezioni d’arte e vegetali delle nostre città.

AMIR COME SEMI IN VIAGGIO

2019

Visite per esplorare la diversità botanica e culturale che ha reso gli orti e i giardini, laboratori dove da sempre si riproducono e incrociano forme vegetali e artistiche che provengono da altri climi e da altre colture e culture.

image002.png
copertinafb copia.jpg